La trilogia del secolo: "Figlie di una nuova era" di Carmen Korn - Cocktail di libri

Un mix di libri con citazioni on the rocks

La trilogia del secolo: “Figlie di una nuova era” di Carmen Korn

La trilogia del secolo: “Figlie di una nuova era” di Carmen Korn

Fonte immagine: Globewanderin

Avvincente, emozionante, sorprendente: i primi tre aggettivi che mi vengono in mente per descrivere il primo capitolo di questa trilogia tedesca scritta da Carmen Korn e tradotta in Italia da Stefano Jorio e Manuela Francescon per Fazi Editore. All’inizio del nuovo secolo, dopo la prima guerra mondiale, sullo sfondo dei grandi cambiamenti in corso comincia la storia delle giovani Henny, Käthe, Lina e Ida, che, seppur diverse, sono destinate a vivere insieme gli stravolgimenti del XX secolo.

La narrazione lineare, che si apre nel 1919 per terminare nel 1948, lascia spazio a episodi della vita di ognuna delle protagoniste, dando così modo ai lettori di seguire gli avvenimenti più importanti di queste figlie, donne, madri, confidenti e lavoratrici, profondamente segnati dagli eventi storici. Man mano che il tempo scorre, assistiamo all’insorgere del nazismo, alla soppressione di ogni dissenso al regime e vedremo abbattersi sulle nostre ragazze periodi sempre più cupi, che portano sofferenze. Tuttavia grazie all’amore e all’amicizia troveranno sempre un modo per rialzarsi. Seppur, a volte, vengano raccontati eventi tragici, “Figlie di una nuova era” è un romanzo che celebra la vita, cosa che è ben delineata dal lavoro di Henny e Käthe, quello di ostetriche.

Inoltre si può constatare un chiaro rimando alla modernità e al potere femminile, messo proprio in evidenza dalla presenza di molte figure positive femminili, contrastate dall’inadeguatezza e pochezza del sesso opposto. Non mancano però anche uomini buoni e che aiutano le protagoniste, come il fratello di Lina Lud, i dottori Unger e Landmann e il marito di Käthe Rudi, che vanno ben al di là di un’impostazione maschilista e risultano progressisti e molto femministi per il tempo.

Rudi, proprio lui che amava tanto le parole, era cresciuto invece senza racconti. Non aveva mai osato chiedere, le aveva spiegato, perché era chiaro che l’argomento facesse soffrire sua madre.

Figlie di una nuova era” di Carmen Korn è quindi un romanzo di grandi passioni, grandi sentimenti e grandi capovolgimenti, che racconta la storia dal punto di vista di quattro donne, legate da un forte senso di amicizia, dalla voglia di libertà e modernità, pronte per lasciarsi alle spalle convenzioni sociali retrograde e restrittive.

Consigliato per gli amanti delle saghe familiari, per chi ama gli intrecci che si sviluppano sullo sfondo di grandi eventi storici, per chi vuole leggere una storia avvincente e che scorre veloce.

In attesa del nuovo capitolo “È tempo di ricominciare“, non resta altro che leggere e rileggere il primo volume della trilogia del secolo, accompagnato magari da un buon Gibson, il cocktail tanto amato da Louise e Lina.

Vi lascio i link Amazon e IBS al libro qui sotto. Se utilizzerete questi link per fare acquisti, riceverò una percentuale e mi aiuterete a sostenere il blog. Grazie!

La citazione dal libro:

Käthe era sconcertata. Che cosa rimaneva se veniva a mancare ogni libertà di azione, se si poteva disporre di una persona come se fosse stata una figurina di plastica all’interno di un complicato giocattolo?

Per altre citazioni consultate Cocktail di citazioni.


Reader Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.