Una storia adattata per il teatro: “Poirot sul Nilo” di Agatha Christie - Cocktail di libri

Un mix di libri con citazioni on the rocks

Una storia adattata per il teatro: “Poirot sul Nilo” di Agatha Christie

Una storia adattata per il teatro: “Poirot sul Nilo” di Agatha Christie

Nel mese di marzo per la #ReadChristie2020 bisognava leggere un romanzo o un racconto che Agatha Christie ha adattato per il teatro e la mia scelta è ricaduta su “Poirot sul Nilo”, tradotto per Mondadori da Grazia Maria Griffini, pubblicato per la prima volta nel 1937. Anche questa volta è presente l’investigatore Hercule Poirot che si troverà a fare parte di una crociera sul Nilo, che si rivelerà però tutt’altro che una vacanza di riposo. Infatti a bordo si verificheranno degli omicidi che richiederanno la sua consulenza.

Al centro della storia vi è Linnet Ridgeway, un’ereditiera facoltosa, convolata a nozze con Simon Doyle, l’ex fidanzato dell’amica Jacqueline Bellefort. Le loro vicende si intrecceranno a quelle degli altri turisti del Karnak, la nave sulla quale si svolge la crociera, e inevitabilmente con quelle di Poirot. Ad affiancare Poirot (anche se dovrebbe essere lui l’affiancamento) è il colonello Race, che prende il posto dell’assente Arthur Hastings. È in questa cornice che si sviluppa la vicenda e si srotolerà a poco a poco l’arzigogolata matassa, ben diversa da come appare in superficie.

Come sempre, accanto agli elementi gialli e al mistero che si mira a risolvere all’interno di “Poirot sul Nilo”, Agatha Christie dà sfogo alla sua vena da scrittrice di romanzi rosa, lasciando a Poirot il compito di risolvere anche le questioni di cuore. Tuttavia, vi è sempre un giusto bilanciamento tra il giallo e il rosa, cosa che fa emergere l’abilità della scrittrice di districarsi con generi diversi.

Seppur la regina del giallo, al momento di trasporre la vicenda in una rappresentazione teatrale avesse trovato che Poirot fosse ingombrante e abbia preferito tagliarlo fuori, la figura dell’investigatore privato è ciò che conferisce buona parte del divertimento e della giusta verve al romanzo, che si muove questa volta in un territorio straniero, affascinando allo stesso tempo con questa spedizione, che si trasforma anche in un viaggio nella psiche umana.

Poirot sul Nilo” di Agatha Christie si presenta come un’altra delle vicende di Poirot, che diverte e intrattiene alla ricerca di una soluzione al delitto, risultando scorrevole e piacevole, oltre che regalare un finale brillante contornato da tanti altri fatti, a volte svianti, altri, invece, diventano dei piccoli misteri camuffati che convergono nella trama generale. In sintesi, un romanzo divertente con molteplici elementi che culminano brillantemente in un altro giallo firmato Agatha Christie.

Consigliato per gli amanti di Agatha Christie, per i fan di Hercule Poirot, per chi ama le storie stratificate e poco banali, per chi ama viaggiare con la mente, per coloro che vogliono risolvere misteri, per tutti quelli affetti dalla sindrome da detective, per chi cerca un romanzo ben strutturato ma che non risulti pesante, per chi vuole intrattenersi in maniera intelligente.

Vi lascio i link Amazon e IBS al libro qui sotto. Se utilizzerete questi link per fare acquisti, riceverò una percentuale e mi aiuterete a sostenere il blog. Grazie!

La citazione dal libro:

A volte mi sembra che il lavoro di un investigatore sia fatto soltanto di questo: eliminare tutte le false partenze e ripartire dal principio.

Per altre citazioni consultate Cocktail di citazioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.