L'idea - Cocktail di libri

Un mix di libri con citazioni on the rocks

L’idea

“Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito…perché la lettura è un’immortalità all’indietro.” Umberto Eco


Cocktail di libri, come suggerisce il nome, è una miscela di generi diversi, che mira a celebrare la passione per la lettura di romanzi, saggi, autobiografie e molto altro. In ognuno di questi manoscritti si nascondono insegnamenti, morali o semplicemente frasi che colpiscono, che verranno raccolte di volta in volta in Cocktail di citazioni“. Anche in questa sezione il riferimento è alla varietà, a cui rimandavano quelle che i futuristi avevano ribattezzato “polibibite” nel loro manifesto; tuttavia per ogni libro sono raccolte massimo tre citazioni, giusto per dare un assaggio di quello che vi attende dalla lettura. L’intento è perciò quello di recensire, riflettere, consigliare e raccontare curiosità all’insegna della dinamicità e della diversità, perché ogni libro schiude al lettore una storia differente che dà adito a molteplici interpretazioni. Inevitabilmente la prospettiva e le idee contenute in questo blog sono personali e soggettive, ma si spera saranno in grado di stimolare e incuriosire chi passerà di qui.

La struttura del blog è semplice: la rubrica principale “Recensioni e non solo” raccoglie recensioni o pensieri che scaturiscono dal mondo dei libri, mentre si va alla riscoperta dei classici della letteratura mondiale in “Classici da leggere“, per infine soffermarsi a riflettere sulla lingua e i suoi aspetti peculiari in “Riflessioni sull’italiano“.

Le recensioni presenti sono poi organizzate in base al paese di origine dell’autore, al secolo di riferimento (nel caso in cui non si tratti di un romanzo contemporaneo) e al genere a cui appartiene. Ovviamente possono essere indicati anche altri tipi di associazioni a scelta, e qualora una copia del libro mi sia stata fornita gratuitamente dalla casa editrice di riferimento, sarà presente il tag “omaggio”.

A guidarvi in questo percorso sarà Globewanderin [ɡloʊb ˈvandəʀɪn], nome nato dalla fusione di due lingue e culture differenti, quella inglese e quella tedesca. Quando non scrivo qui con questo pseudonimo, mi trovate sul BerlinItaly Post o su Sololibri.net.

Dopo questa premessa, non mi resta che augurarvi una buona navigazione e una miriade di scoperte nei libri che leggerete, sia se vi lascerete consigliare da me sia se sceglierete autonomamente quello che più vi aggrada.