Una storia che Agatha Christie ha dedicato a parenti o amici: “La morte nel villaggio” di Agatha Christie - Cocktail di libri

Un mix di libri con citazioni on the rocks

Una storia che Agatha Christie ha dedicato a parenti o amici: “La morte nel villaggio” di Agatha Christie

Una storia che Agatha Christie ha dedicato a parenti o amici: “La morte nel villaggio” di Agatha Christie

Fonte immagine: Globewanderin

La vita scorre tranquilla a St. Mary Mead, fino a quando un omicidio non terrà occupati tutti i suoi abitanti: questa è la trama essenziale di “La morte nel villaggio”, scritto da Agatha Christie e pubblicato per la prima volta nel 1930, tradotto da Giuseppina Taddei per Mondadori. Ma per quanto l’intreccio sia di primo acchito semplice, il suo sviluppo è tutt’altro che scontato e lineare. La prima avventura di Miss Marple ha tutte le caratteristiche di un giallo classico, con in più quell’abilità tipica della Christie di intramezzare diversi misteri e di giungere a una soluzione sensata e intrigante, a cui difficilmente un lettore penserà.

Curiosità

Agatha Christie ha dedicato il romanzo a sua figlia Rosalind, nata dal matrimonio con il colonello Archibald Christie; la dedica è però assente nella versione italiana.

In “La morte nel villaggio” è accattivante tutto il contesto in cui si muovono i personaggi, che contribuisce a dare una dimensione corale al romanzo. Il protagonista principale è il vicario Leonard Clement, coadiuvato dalla moglie Griselda e dal nipote Dennis, e poi c’è Jane Marple, la famosa Miss Marple dalle intuizioni infallibili. Solitamente a quanto accade, Miss Marple non fa parte della polizia ma è semplicemente una vecchietta impicciona, che proprio per questa sua caratteristica riesce a svelare il mistero dell’uccisione del colonnello Protheroe, meglio di quanto facciano gli investigatori a cui è stato assegnato il caso. Non svolge il ruolo di protagonista, anche perché la narrazione e buona parte dell’azione sono affidati al vicario, eppure il contributo di Miss Marple si rivela decisivo. Ancora una volta le doti di scrittura della Christie fanno la differenza e riescono a mettere in piedi una storia convincente e inusuale.

Sorrisi. Nonostante la fragilità dell’aspetto, Miss Marple è certo capacissima di tener fronte a tutti i colonnelli di polizia di questo mondo.

La morte nel villaggio” è un giallo in puro stile Agatha Christie, che ci introduce al personaggio di Miss Marple e ci regala una trama ben articolata che sfocia in un romanzo brillante e, come sempre, intrigante.

Consigliato per chi vuole leggere la prima avventura di Miss Marple, per chi è fan di Agatha Christie, per gli amanti dei gialli, per chi non si lascia ingannare dalle apparenze, per chi ragiona mentre legge e cerca di trovare il responsabile del delitto mentre legge il libro.

Per orientarvi vi lascio i link IBS dell’ebook e del libro cartaceo. Se vi va di dare un piccolo contributo per sostenere il blog, acquistando tramite questi link, riceverò una percentuale. Grazie!

Link ebook

Link libro

Ora più che mai è importante sostenere le librerie fisiche ed evitare che i librai in carne e ossa diventino delle figure mitologiche, sostituiti da schermi e tastiere, senza più modo di richiedere quel consiglio personale che solo in questi luoghi è possibile scambiarsi ancora. Per questo potete decidere di acquistare questo libro direttamente dalla vostra libreria preferita e riceverlo comodamente a casa, utilizzando Bookdealer.

Il libro su Bookdealer

La citazione dal libro:

Miss Marple è una vecchietta coi capelli bianchi e dai modi sempre molto timidi e mansueti. La signora Wetherby è un misto di miele e di aceto. Miss Marple è certamente la più pericolosa delle due.

Per altre citazioni consultate Cocktail di citazioni.


Reader Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.