Recensione di Jonathan Strange e il signor Norrell - Cocktail di libri

Un mix di libri con citazioni on the rocks

Alle radici della magia: “Jonathan Strange e il signor Norrell” di Susanna Clarke

Alle radici della magia: “Jonathan Strange e il signor Norrell” di Susanna Clarke

C’è un tempo per ogni cosa e così ce n’è anche uno per la magia, che si pensava ormai estinta in Inghilterra. Sarà il signor Norrell a dare prova di come la magia esista ancora e possa venire praticata, ma solo con l’arrivo di Jonathan Strange, dapprima suo allievo, si assisterà a una vera e propria fioritura, alimentata dall’antagonismo tra i due. Questo è il fulcro di “Jonathan Strange e il signor Norrell” di Susanna Clarke, tradotto da Paola Merla per Fazi. Allo scenario della magia si aggiunge anche quello storico, con l’ambientazione nel 1800, che contribuisce a dare al romanzo un alone di realtà, seppur l’aspetto della finzione prevarichi nettamente.

Tra gli aggettivi utili per descrivere “Jonathan Strange e il signor Norrell” si potrebbe scegliere imponente, dato non solo dalla mole del libro, ma anche dalla struttura stessa della storia: dal filone principale si districano tanti altri racconti, inseriti nelle note, così da dare al lettore la scelta di approfondire o meno quanto narrato. Sembrerebbe così che Susanna Clarke voglia avvicinarsi alla teoria di Tolkien che prevedeva la costruzione ponderata di un mondo a sostegno dell’impianto narrativo, che seppur fantastico avrebbe dovuto essere credibile. Da questo punto di vista il romanzo convince a pieno, regalandoci più storie dentro la storia, un aspetto che ne esalta la versatilità e la ricchezza della narrazione.

Non bisogna però tacere che per tutti questi motivi “Jonathan Strange e il signor Norrell” non risulta essere un libro per tutti: taluni potranno trovarlo pesante, talaltri troppo pomposo, eppure è un romanzo che si cala in maniera originale in un contesto storico ben noto dando il proprio apporto alla migliore letteratura fantasy. Chi non si lascerà spaventare dalla mole, dalle continue deviazioni dalla storia principale e riuscirà ad apprezzare il fantastico, il soprannaturale e il magico che è presente in “Jonathan Strange e il signor Norrell”, lo amerà senza mezzi termini e non potrà che restare affascinato dall’opera prima di Susanna Clarke, intrigante e imperdibile.

Consigliato per gli amanti del buon fantasy, per chi ama i romanzi ambientati nell’800 e in Inghilterra, per chi cerca una storia completa e ben approfondita, per chi non si lascia intimorire da un romanzo di 1000 pagine, per chi crede che tra le pieghe della realtà si nasconda qualcosa di magico, per chi ha letto J.R.R. Tolkien, J.K. Rowling e C.S. Lewis, per chi desidera leggere una grande storia fantastica.

Per orientarvi vi lascio i link IBS dell’ebook e del libro cartaceo. Se vi va di dare un piccolo contributo per sostenere il blog, acquistando tramite questi link, riceverò una percentuale. Grazie!

Link ebook

Link libro

Ora più che mai è importante sostenere le librerie fisiche ed evitare che i librai in carne e ossa diventino delle figure mitologiche, sostituiti da schermi e tastiere, senza più modo di richiedere quel consiglio personale che solo in questi luoghi è possibile scambiarsi ancora. Per questo potete decidere di acquistare questo libro direttamente dalla vostra libreria preferita e riceverlo comodamente a casa, utilizzando Bookdealer.

Il libro su Bookdealer

La citazione dal libro:

Intendo dire che due è un numero molto scomodo. Uno può fare ciò che vuole. Sei possono andare avanti abbastanza bene. Ma due saranno sempre in lotta per la supremazia. Due dovranno sempre osservarsi a vicenda. Su due si appunteranno gli occhi di tutto il mondo, incerti su chi seguire. Voi sospirate, signor Norrell. Sapete che ho ragione. Da oggi in poi dovremo tener conto di Strange in tutti i nostri piani: che cosa potrà dire, che cosa potrà fare, come potremo controbattere. Mi avete detto sovente che è un mago notevole. Le sue doti erano un grande vantaggio quando venivano impiegate al vostro servizio.

Per altre citazioni consultate Cocktail di citazioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.