Dalla tempesta nasce la quiete: “Acqua” di Roberto Camurri - Cocktail di libri

Un mix di libri con citazioni on the rocks

Dalla tempesta nasce la quiete: “Acqua” di Roberto Camurri

Dalla tempesta nasce la quiete: “Acqua” di Roberto Camurri

Viviamo un periodo strano, per certi versi assurdo e che difficilmente avremmo pensato di dover affrontare, a meno che non avessimo avuto la possibilità di entrare a far parte del cast dell’ultimo blockbuster catastrofico. Eppure siamo qui, a controllare le notizie, a tenerci informati sugli ultimi sviluppi in attesa che si possa scrivere la parola fine e che tutto possa tornare come prima. Auspicabile però sarebbe che tutto possa essere meglio di prima, così da migliorare ciò che in precedenza non andava proprio nel verso giusto.

In questi giorni sarà capitato a molti di riflettere su quello che prima davamo per scontato e così, analogamente, il racconto “Acqua” di Roberto Camurri si apre con i ricordi del protagonista che rivede nei sui pensieri la vita come era prima, “si ricorda di quando tutto era diverso” per poi tornare alla nuova realtà, dove la città in cui vive deve fare i conti con una piena imprevista del fiume. Dal misterioso protagonista apprendiamo anche che gli eventi hanno preso una direzione diversa in questa strana situazione, ma da questa piega forse innaturale nasce infine qualcosa di buono, una promessa di un cambiamento positivo. Uno spiraglio per un futuro che verrà.

È questo il messaggio che l’autore trasmette, rimandando alla situazione attuale che certo prima o poi passerà e ci regalerà una nuova consapevolezza, se non addirittura una nuova voglia di vivere, forse in maniera più solidale e mostrando un maggior rispetto verso gli altri. Intanto però anche noi possiamo contribuire nel nostro piccolo acquistando questo ebook, i cui proventi saranno devoluti alla Croce Rossa Italiana.

Acqua” di Roberto Camurri è un racconto che fa riflettere sulla situazione attuale e che ci immerge nella scrittura dell’autore, concreta, diretta e allo stesso tempo evocativa, perché riecheggia a circostanze conosciute, a idee note, ma che Camurri esprime a modo suo per consegnarci questo racconto positivo, che ci ricorda come dopo ogni tempesta ritorni anche la quiete.

Consigliato per chi crede in un futuro migliore, per chi non si capacita della situazione attuale e vuole riflettervi, per chi cerca un racconto con un finale positivo, per chi legge racconti.

Vi lascio i link all’acquisto per aderire anche voi a questa iniziativa benefica:

Amazon

IBS

La citazione dal libro:

La pioggia cade che sembra di stare sott’acqua, hanno ombrelli sgangherati e si bagnano, lui ha la giacca chiusa, il cappuccio alzato, il vento li scuote e li fa sobbalzare, l’Ammiraglio deve andare in scooter, si chiede come farà, in che condizioni arriverà, considerando soprattutto che quella cerata sembra essere un residuo della Seconda guerra mondiale come gli occhialoni da pilota che indossa.

Per altre citazioni consultate Cocktail di citazioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.